Salsa love!

con la salsa c’è più gusto

la bachata giugno 9, 2008

Filed under: oltre la SALSA C'è DI PIù — crishine @ 1:41 pm
Tags: , ,

La bachata è nata a Santo Domingo nei primi decenni del ventesimo secolo (1900-1930), fra la povera gente e negli ambienti della prostituzione, come danza e musica di rifugio, rispetto alle durezze della vita.

 
I testi della bachata erano storie di vita vissuta, spesso a contenuto amoroso e sessuale.
Con l’accompagnamento di maracas e chitarra a tre corde, o di fisarmonica e guiro (è forte la presenza dell’influenza ispanica e francese).

 
La bachata era anche usata per le dichiarazioni ‘pubbliche’ d’amore.
Le movenze del relativo ballo apparivano oscene e volgari: i partners stavano in permanente contatto, con i corpi l’uno contro l’altro, per tutta la durata del brano, tranne rarissime eccezioni;
in tale posizione, la coppia si muoveva dondolando, marcando il quarto battito di ogni battuta musicale con equivoci colpi d’anca.

Nella bachata delle origini non esistevano tante figure: si doveva stare abbracciati, perché proprio quello voleva il ballo, (infatti…tutte le figure che sono state inserite nella bachata sono state prettamente un’invenzione commerciale).
Per questo motivo, la danza era osteggiata dalle autorità.

 

Per diversi decenni, la bachata, snobbata dalle classi dominanti e medio – alte, è riuscita a sopravvivere nelle usanze del popolo basso, che comunque vi percepiva una naturale facilità/possibilità di identificazione. Il ritmo romantico di tale musica e le connesse figure di danza conquistavano inevitabilmente le persone abituate a vivere di stenti e di speranze.

La bachata non sarebbe diventata famosa se non fosse stata scoperta e rilanciata da grandi musicisti ed interpreti. Juan Luis Guerra intuì la dolcezza di questo genere musicale e gli dedicò un album: Bachata Rosa.
Attraverso la sua mirabile maestria applicata a melodie delicatissime, il mondo ha scoperto la bachata.

 

In verità, a partire dagli anni 80, i media dominicani avevano riportato alla luce, in una cornice di positiva rivalutazione, questa tradizione popolare che veniva da lontano.
Ma musica e danza restavano un fenomeno interno. Con J. L. Guerra la bachata fu introdotta nei circuiti internazionali. La bachata, anche negli arrangiamenti e negli adattamenti moderni, più vicini alla nostra sensibilità, ha mantenuto quasi sempre il contenuto amoroso, lungo la duplice direttrice di sesso e sentimento.

 

 

 

(tratto da http://www.salsaverde.it/ )

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...