Salsa love!

con la salsa c’è più gusto

femomeno salsa in italia! maggio 31, 2008

Filed under: curiosità molto curiose — crishine @ 1:48 pm
Tags:

Ho trovato un articolo davvero molto interessante su questo blog: www.markusemmelatinblog.blogspot.com, che parla del fenomeno “salsa” in Italia.

 

Sapevate che l’Italia è in assoluto il paese europeo dove si balla di più la salsa?

 

Ebbene si seguono poi i Tedeschi e i Francesi tra le popolazioni europee più inclini al fenomeno “salsa..”
Ma quando comincia questo fenomeno? Inutile dire che gli italiani sono sempre stati sensibili al fascino dei paesi caraibici.

Già nei primi anni del novanta impazzava in Italia ” La Lambada” , il famoso ballo di origine Brasiliana. Sicuramente poi , essendo da sempre le mete turistiche preferite dagli italiani Cuba e Brasile , questo ha avuto delle notevoli ripercussioni sulla diffusione dei balli caraibici.
Così i ritmi latini come il merengue , la salsa , ma anche il mambo e il cha cha cha , lentamente e anno dopo anno si diffondo in tutta la penisola.
Incominciano a sorgere in tutte le maggiori città italiane delle vere e proprie strutture adibite ai balli latino americani , e iniziano a crescere le sale nelle discoteche dedicate a queste sonorità. Senza dubbio in città come Roma e Milano questo fenomeno si è diffuso più rapidamente che altrove , ma poi anche in altre città come Napoli , Bari , Torino , il fenomeno ha incominciato ad assumere delle dimensioni consistenti.

 

Le ragioni di questa diffusione progressiva della salsa sono da ricercare in vari fattori: sicuramente tra i principali fattori troviamo i viaggi che i giovani incominciano a fare sempre più frequentemente nei paesi latino americani.
Inoltre già a Roma si svolgeva un festival all’ aperto nelle estati Romane che è stato un poco il “papà” di Fiesta, “Caribe e Caraibi” dove tra gli ospiti si potevano trovare la compianta Celia Cruz. Stessa cosa accadeva anche a Milano. Anche i mass media hanno contribuito anche se non con clamorosi eventi alla diffusione del fenomeno salsa in modo lento ma inesorabile .
Basti poi pensare alla nascita nella capitale di radio come Radio El Sonero e Radio Mambo tre il 1993 e il 1994 che diffondono esclusivamente musica latina.
Da non sottovalutare la presenza poi sempre più numerosa in Italia di insegnanti cubani che mano a mano diventano una vera e propria colonia .Arrivano giovani talentuosi come Lazaro Martin Diaz , che con il suo stile unico e dinamico , ricco di virtuosismo attira moltissimi giovani alle serate salsere , Tony Castillo , poi prematuramente scomparso nel 1998, Irma y Ulises che diffondono il folcklore cubano , Oscar Savon , Alberto Valdés , tra i tanti ,ma anche i bravissimi colombiani Hermanos Ramos , che attirano la attenzione dei giovani creando numerose scuole di ballo , specialmente nella capitale.
Poi il divulgarsi dei festival latino americani piu famosi di Italia che sono dal 1995 Fiesta all’ Ippodromo delle Capannelle di Roma e quello di Milano , hanno reso famosi questi artisti latini che sono nel nostro paese tanto che i può dire che qui in Italia ci sono i migliori ballerini cubani e molti di quelli che non risiedono permanentemente qui come Angel Santos , sono quasi sempre in Italia per lavoro.
La salsa? un ottimo business!
Indubbiamente attorno alla salsa con il tempo i gestori dei locali incominciano a d intravedere la possibilità di realizzare un ottimo” business” e quindi il fenomeno assume sempre di più una certa rilevanza sino ad arrivare negli anni odierni dove tra Roma Napoli e Milano si può tranquillamente dire che se uno vuole può ballare salsa ogni sera!!
Alcune discoteche quindi riscoprono antichi splendori aprendo le loro porte al popolo dei salseri anche durante la settimana , in giorni che normalmente no erano destinati all’apertura.
Bisogna però dire che come sempre quando un fenomeno di vaste proporzioni come la salsa incomincia a propagarsi nello stivale , ovviamente non tutti gli effetti sono “produttivi” o “positivi”.
Molte volte la scarsa professionalità degli animatori o di alcuni presunti o improvvisati insegnanti di salsa , che pensano di poter fare soldi facilmente con poco sforzo , ha portato in alcune realtà locali ad una “involuzione” del fenomeno salsa , facendo diminuire l’interesse dei neofiti… Inoltre poi la gente che incomincia a ballare la salsa è la stessa che prima o poi andrà in viaggio nei paesi come Cuba , Venezuela , Colombia , Portorico, e ovviamente incomincia a capirne di più del fenomeno e sicuramente diventa più esigente. Ruba i passi e il sabor ai latini e chissà poi questa non sia la causa che innesca un altro meccanismo.

 

A chi di noi non è capitato di andare in un locale dove si balla salsa e vedere “schiere” di bailadores davvero variopinte…Magari l’amico che fa il commercialista nella vita normale ed è un professionista impeccabile , munito di bandana e orecchini e catene proprie della religione santera Cubana scimmiottando una rumba o ballando una timba della quale non conosce nemmeno il significato delle parole…. oppure quel nostro conoscente che nella settimana ha sempre un abbigliamento casual o sportivo ma , al momento di ballare la salsa portoricana , si veste elegantissimo , con giacca e cravatta anche in piena Estate , con scarpe che non hanno nulla da invidiare a quelle dei ballerini professionisti…
Insomma c’è una tendenza ad identificarsi in una o in un alta corrente , portoricana o cubana e ballando solo il tipo di salsa di cui ci si sente “esponenti”….. nell’ abbigliamento , nel look , nel modo di essere… e creando rivalità , e esibizionismi ai quali il popolo italico un poco è abituato come indole! La salsa insomma diventa uno “status simbol” come qualcosa da esibire, dimenticandosi il vero spirito che i latini hanno nel sangue in quanto tali: quello di divertirsi , di comunicare attraverso il ballo emozioni , sensazioni , energie o alla propria partner di ballo o ad una partner occasionale che si invita a ballare… e deve essere difficile per loro capire che quando ci avviciniamo ad una persona per invitarla a ballare potremmo sentirci dire: “balli sul uno ? Balli sul dos? Balli Portoricana? Cubana?Sei di questa scuola o di quella?”

 

(su questo non sono d’accordo perche’ è normale che ci si senta piu’ affini con un tipo di ballo rispetto ad un altro ed è anche normale che quando ami una cosa la vuoi dimostrare e vuoi che gli altri vedano l’amore che hai….e ciò si dimostra anche con gli abiti e con gli accessori.. Ovviamente l’importante è non esagerare e non trasformare la passione in una moda)

 


La salsa è una , unica , universale … ha numerosissime sfumature.. dal son alla salsa romantica , dalla timba alla salsa brava ma fondamentalmente è espressione di gioia, non una “forzatura” .
Quindi è auspicabile che il fenomeno salsa , che ha già raggiunto il suo apice di popolarità forse anche grazie a film come “Buenavista Social Club” , si possa consolidare qualitativamente dal punto di vista della professionalità degli addetti ai lavori e si possa poi progressivamente liberare da queste “distorsioni” e tendenze allo sdoppiamento di personalità da parte di una parte dei “bailadores”, ritornando alla sua origine…cioè essere fonte di divertimento .

 

Per me lo è eccome….io grazie alla salsa ho trovato la mia vera anima!!! 😉

 

One Response to “femomeno salsa in italia!”

  1. Markusemme Says:

    Grazie di aver diffuso l’articolo. Markusemme


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...